• +39 0805531049 WHATSAPP +39 3313436369
  • TUTTI I GIORNI DALLE 9 ALLE 18

GASTRITE

by Andrea Totire il March 14, 2020

La gastrite è un'infiammazione della mucosa gastrica. Può essere acuta o cronica. La gastrite acuta, caratterizzata da attacchi occasionali, è risolvibile in pochi giorni, se curata in modo adeguato attraverso una dieta corretta e l'eliminazione dei fattori irritanti. Per la forma cronica è necessario eseguire indagini approfondite e terapie farmacologiche mirate. Quest'ultima, infatti, nella maggioranza dei casi è provocata da un batterio, l'Helicobacter pylori.

SINTOMI

  • Acidità
  • Bruciori
  • Vomito
  • Nausea
  • Senso di vuoto
  • Emorragie

CAUSE

  • Cibi irritanti
  • Stress
  • Abuso di alcool
  • Assunzione di farmaci (fans e aspirina)
  • Cattive abitudini alimentari
  • Fumo di sigarette

CONSIGLI

Le persone affette da gastrite dovrebbero limitare quanto più possibile i cibi irritanti la mucosa gastrica. Fondamentale è masticare lentamente per facilitare la digestione ed evitare che il cibo permanga per più tempo nello stomaco. Anche una passeggiata a fine pasto può aiutare a favorire la digestione. inoltre è consigliabile fare uno spuntino a metà mattinata e uno nel pomeriggio per tamponare l'acidità di stomaco. Alimenti sconsigliati: carni, pesci e formaggi grassi. Vanno evitati i cibi fritti, caffè, bevande alcoliche e condimenti speziati. Alimenti consigliati: carni bianche, pesce magro e formaggi non fermentati, verdure cotte, latte e yogurt.

CURE E TRATTAMENTI

La diagnosi viene eseguita attraverso l'esame endoscopico che permette di localizzare le lesioni. Le gastriti acute in genere guariscono spontaneamente, La guarigione può essere favorita da farmaci come gli antiacidi, l'idrossido di alluminio o l'idrossido di magnesio, i protettori della mucosa gastrica (sucralfato) e da quelli che riducono la secrezione di acido da parte dello stomaco /anti H2 e inibitori di pompa protonica). Anche l'assunzione di cibo, possibilmente secco (pane, pasta) può talvolta migliorare i sintomi. Per combattere l'Helicobacter pylori invece, è necessario assumere antibiotici per cicli almeno di quindici giorni.

Torna su