• +39 0805531049 WHATSAPP +39 3313436369
  • TUTTI I GIORNI DALLE 9 ALLE 18

MENOPAUSA

by Andrea Totire il March 16, 2020

La menopausa è caratterizzata da una carenza di ormoni femminili, compare di solito intorno ai 50 anni, viene determinata dopo un'assenza di dodici mesi delle mestruazioni. Provoca disturbi dell'umore, cefalee e aumento di peso. Esistono vari rimedi a questi fastidi.

COME SI MANIFESTA

Il periodo che precede la menopausa è detto "perimenopausa" ed è caratterizzato da vampate di calore (con sudorazione notturna), irregolarità del ciclo mestruale e sbalzi d'umore. Quando dopo un anno si può stabilire che si è in menopausa, si possono presentare altri fastidi, quali disturbi genito-urinari (secchezza vaginale, infezioni ripetute), disturbi psicologici (insonnia, depressione), problemi reumatologici (osteoporosi con rischio di fratture)

QUALI SONO LE TERAPIE

Sotto controllo medico, si può seguire una terapia ormonale con associazioni estroprogestiniche, che determina scomparsa delle vampate, miglioramento della secchezza vaginale e riduzione dei sintomi depressivi. La terapia, però comporta dei rischi, primo fra tutti l'aumento della possibilità di sviluppo di tumori dell'endometrio e mammario. Anche se non tutti gli studi scientifici sono concordi su questo argomento. Un'alternativa agli estrogeni sintetici, possono essere i fitoestrogeni, cioè composti di origine vegetale dotati di azione estrogena, anche se molto meno potente di quella dell'estradiolo, il principale ormone estrogeno femminile. I fitoestrogeni, che si ritrovano in molti integratori sono gli isoflavoni di soia, essi riducono alcuni dei principali sintomi della menopausa e non presentano effetti collaterali. Però la terapia d'elezione resta quella ormonale sostituiva.

CONSIGLI PER ALLEVIARE I SINTOMI

Per prevenire le infezioni genito-urinarie, praticare una corretta igiene intima con prodotti specifici. In caso di secchezza vaginale, sono disponibili in farmacia molti gel lubrificanti da applicare durante i rapporti sessuali, evitando così che risultino dolorosi. Praticare un'attività fisica anche leggera, per ridurre l'aumento di peso. Farsi consigliare dal medico o dal farmacista degli integratori di calcio e vitamine, da assumere per ridurre il rischio di osteoporosi.

Torna su