• +39 0805531049 WHATSAPP +39 3313436369
  • TUTTI I GIORNI DALLE 9 ALLE 18

STITICHEZZA

by Andrea Totire il March 18, 2020

Nota anche come stipsi, è un disturbo comune che crea disagio e si manifesta come ritardo dell'evacuazione, dovuta spesso ad una pigrizia dell'intestino che può essere risolta con una giusta alimentazione e idratazione, mentre nei casi più seri bisogna ricorrere ad una terapia.

LE CAUSE PRINCIPALI

Consumare una dieta scarsa di fibre, bere poca acqua e fare una vita sedentaria aumentano la possibilità di sviluppare stitichezza. Anche stress, ansia e viaggi provocano questo disturbo. Oltre a questo, possono dare stipsi anche alcuni farmaci, alcune patologie croniche (ad esempio diabete e morbo di Parkinson) o alcune condizioni temporanee come la gravidanza o l'allattamento.

COME SCEGLIERE LA GIUSTA TERAPIA

Non sempre occorre assumere farmaci, può bastare correggere alcuni errori nello stile di vita e nell'alimentazione per evitare l'uso di lassativi. Spesso si abusa di questi preparati, e con l'uso eccessivo e prolungato si rischia di indebolire l'intestino e la comparsa di effetti indesiderati. L'attività fisica svolta in modo regolare migliora il funzionamento dell'intestino. Introdurre nella dieta più fibre aiuta il transito intestinale e riduce gli episodi di stipsi. Anche bere più acqua, sia a tavola che lontano dai pasti, aiuta molto.

QUANDO USARE I LASSATIVI

Sono farmaci, anche se alcuni di origine vegetale, quindi è sempre opportuno per la loro assunzione chiedere consiglio al medico o al farmacista. L'uso dei lassativi è sempre sconsigliato nei bambini. Esistono quattro tipi:

  • Lassativi di volume: aumentano la massa delle feci e stimolano la peristalsi intestinale, vanno assunti con una adeguata quantità di acqua.
  • Lassativi di contatto: comprendono i derivati della Senna, il bisacodil, la cascata, l'olio di ricino e il glicerolo. Agiscono aumentando la motilità intestinale.
  • Lassativi emollienti: la paraffina liquida che ammorbidisce le feci troppo dure.
  • Lassativi osmotici: questi farmaci richiamano acqua nell'intestino. In questo gruppo si trovano i sali di magnesio e i fosfati. Hanno un'azione più drastica e sono usati soprattutto per preparazioni ad interventi chirurgici o colonscopie.

CONSIGLI UTILI

  • Bere 2 litri d'acqua al giorno, evitare bevande alcoliche e gasate. 
  • Fare una regolare attività fisica.
  • Mangiare cibi ricchi di fibre.

 

Torna su